I confratelli Minimi ci scrivono dall’India e ci chiedono preghiere. Il Kerala è stato colpito da un’ondata di maltempo senza precedenti. Ci sono più di 300 vittime, manca cibo e acqua. Ci chiedono preghiere. La comunità dei frati Minimi, tuttavia, è al sicuro. Questo è il messaggio che abbiamo ricevuto:
Il Kerala è nel mezzo di una calamità senza precedenti. La furia delle piogge incessanti ha seminato distruzione in lungo e in largo nello Stato. Solo una volta negli ultimi 100 anni – nel 1924 – una devastazione così vasta e diffusa ha colpito la regione. Per la prima volta si aperte le imposte di ben 35 piccole e grande dighe che portano a fiumi che si riversano in alto e sommergono vaste aree. L’aggiunta ai disastri dell’alluvione sono le devastanti frane. Vastissime distese di aree collinari si  abbattono portando tonnellate di fango e detriti sulla strada. Il numero delle vittime ha superato i 350 e sta crescendo ancora,  mentre i rapporti emergono lentamente dalle aree finora irraggiungibili.
Nel bel mezzo di tale morte e distruzione, le ineguagliabili operazioni di soccorso montate dagli organi ufficiali e dal popolo stanno scaldando il cuore. Quando si verifica una catastrofe di tale genere, non ci si può aspettare che i macchinari ufficiali soddisfino il requisito. Vengono eseguite da organizzazioni e individui volontari. Ed è lo stesso popolo del Kerala in gran numero che sta prendendo parte alle opere di soccorso, mostrando coraggio e forza d’animo esemplari. Scene di persone che portano in braccio gli anziani e i bambini nelle loro mani sono comuni. La magnanimità delle persone è in pieno flusso che porta all’apertura di argini di materiali nei campi di soccorso.
Un altro esempio luminoso della solidarietà delle persone è stato visto quando i leader politici hanno mostrato una singolare unità. Nessuno si è lasciato andare a giochi di colpa partigiani per il sollievo e la riabilitazione, invece si stanno concentrando sul dare una mano.
Tuttavia, i macchinari ufficiali disponibili nello Stato e la benevolenza popolare non sono sufficienti per prendersi cura di una calamità di questa proporzione. Noi ci affidiamo alle vostre preghiere..🙏🙏

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
SE NON ACCETTI I COOKIE POTRESTI NON VEDERE TUTTI I CONTENUTI DEL SITO
Più informazioni

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Leggi la Privacy Policy e la Cookie Policy

Chiudi