Chi è Francesco di Paola?

Visse 91 anni?

Perché è così amato e venerato ovunque?

Perché si dice che la sua esistenza fu avvolta in un’aura di soprannaturale dalla nascita alla morte?

È vero che attraversò lo Stretto di Messina su un povero Mantello.

Perché si chiama Francesco?

Potrete avere la risposta a queste ed a altre mille domande sulla vita e le opere del santo di Paola negli incontri che si terranno ogni venerdì, a partire dalle 19, nella Basilica di Sant’Andrea delle Fratte.

“Conosciamo Francesco”. Questo il titolo degli incontri informativi sulla storia di San Francesco di Paola curati da Padre Giacomo D’Orta, assistente generale dell’Ordine dei Minimi, che cominceranno venerdì 4 gennaio alle ore 19.

Nel corso della riflessione ci lasceremo guidare dalla bellissima biografia scritta da S.E.R. mons. Giuseppe Fiorini Morosini, Arcivescovo Metropolita di Reggio Calabria, “San Francesco di Paola. Vita, personalità, opera” che potrà essere richiesta in sacrestia per seguire con più attenzione gli incontri.

Nel rinnovare l’invito a partecipare agli incontri del venerdì, in Basilica alle 19, vi lasciamo con una delle tante curiosità che approfondiremo poi nei nostri incontri: Fu chiamato Francesco per onorare un voto fatto dai genitori quando, essendo ormai la madre in età avanzata, pareva non esserci più speranza di avere figli.

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
SE NON ACCETTI I COOKIE POTRESTI NON VEDERE TUTTI I CONTENUTI DEL SITO
Più informazioni

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Leggi la Privacy Policy e la Cookie Policy

Chiudi