Presto i paramenti marmorei della Cappella di Sant’Anna torneranno a risplendere. Sono infatti cominciati i lavori di restauro, fortemente voluti dalla Soprintendenza all’Archeologia e alla Belle Arti e paesaggi di Roma, necessari a causa del deterioramento in cui versavano i marmi della cappella.

La Cappella, la cui realizzazione, iniziata nel 1749 da Luigi Vanvitelli e portata a termine nel 1822 da Giuseppe Valadier, fu voluta da Frà Giulio Casali che è sepolto proprio in questa cappella.

La pala d’altare, che raffigura S.Anna, S.Gioacchino e Maria Bambina, fu realizzata da Giuseppe Bottani mentre sotto l’altare c’è il rilievo marmoreo di Sant’Anna morente realizzato, nel 1752, da Giovanni Battista Maini.

I lavori di restauro si protrarranno fino a novembre.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
SE NON ACCETTI I COOKIE POTRESTI NON VEDERE TUTTI I CONTENUTI DEL SITO
Più informazioni

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Leggi la Privacy Policy e la Cookie Policy

Chiudi