Recitare il Padre Nostro mercoledì prossimo 25 marzo a mezzogiorno. Questa è la proposta di Papa Francesco che chiede a tutti i cristiani di “unire le loro voci verso il Cielo”.

Un invito rivolto alle Chiese e ai leader di tutte le Comunità cristiane a “invocare l’altissimo, Dio onnipotente, recitando tutti insieme, contemporaneamente la preghiera che Gesù Nostro Signore ci ha insegnato”.

“Alla pandemia del virus vogliamo rispondere con l’universalità della preghiera, della compassione, della tenerezza”, ha continuato il pontefice. “Rimaniamo uniti. Facciamo sentire – ha sottolineato – la nostra vicinanza alle persone più sole e più provate. La nostra vicinanza ai medici, agli operatori sanitari, infermieri e infermiere, volontari… La nostra vicinanza alle autorità che devono prendere misure dure, ma per il bene nostro. La nostra vicinanza ai poliziotti, ai soldati che sulla strada cercano di mantenere sempre l’ordine, perché si compiano le cose che il governo chiede di fare per il bene di tutti noi. Vicinanza a tutti”.

Naturalmente non possiamo che invitare tutti i fedeli a rispondere all’invito del Santo Padre ricordando che tutti i giorni, alle ore 12, trasmettiamo in diretta streaming sulla nostra pagina Facebook l’Angelus.

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. SE NON ACCETTI I COOKIE POTRESTI NON VEDERE TUTTI I CONTENUTI DEL SITO. Più informazioni

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Leggi la Privacy Policy e la Cookie Policy

Chiudi