SUPPLICA ALLA MADONNA DEL MIRACOLO

O Vergine Immacolata, eccoci qui prostrati davanti a Te, celebrando il ricordo del prodigio di grazia che hai operato in questa chiesa, portando alla fede Alfonso Ratisbonne. È stata una prova concreta di quanto fosse vera la promessa fatta a Santa Caterina Labouré, consegnando la tua medaglia. Noi sappiamo che sempre e dovunque sei disposta ad esaudire le preghiere di noi tuoi figli; ma vi sono giorni ed ore in cui ti compiaci di spargere più abbondantemente i tesori delle tue grazie. E questa o Maria è una di quelle ore nelle quali diventano più abbondanti il tuo amore e la tua misericordia.

Noi veniamo a Te, o Madre, con immensa gratitudine ed illimitata fiducia per ringraziarti della tua continua protezione e chiederla ancora abbondante per tutte le necessità che in questo momento noi ti presentiamo e che tu leggi nei nostri cuori. Sono i bisogni della nostra vita quotidiana: malattia, lavoro, difficoltà economiche, mancanza di pace in famiglia, lotte, divisioni e tanti altri mali, che è difficile enumerare, ma che tu ben conosci. Siamo ben consapevoli che tanti nostri mali sono causati dalla nostra mancanza di fede e dalla nostra difficoltà a seguire un vero cammino di conversione. Eccoci qui, allora, ai tuoi piedi, o Madre della conversione, a chiederti di essere partecipi anche noi del dono di grazia che hai fatto ad Alfonso Ratisbonne. Convertici al bene, o Maria: convertici a Cristo; convertici a Te. Che sia operante in noi la grazia del Battesimo. Che i comandamenti di Dio siano la nostra guida. Che il Vangelo ispiri la nostra vita. Che la Chiesa sia sempre la nostra Madre e Maestra. Che non cediamo alle tentazioni di un mondo che ci ispira comportamenti che non sono conformi alla legge di Dio. Che si ristabilisca nelle nostre famiglie il santo timore di Dio, al quale educare i nostri bambini e i nostri giovani. Che la speranza torni a fiorire in mezzo a noi e mai possiamo cedere alla tentazione di non poter ricominciare, soprattutto quando il verme della divisione corrode i vincoli di amore all’interno delle nostre famiglie. Che tutto possa ricominciare ritrovando la strada del bene, segnata dal perdono cristiano.

Questa è l’ora tua, o Maria, l’ora della tua bontà inesauribile, della tua misericordia trionfante; l’ora in cui apparendo a Ratisbonne, ci hai detto che puoi tanto presso il trono di Dio; è l’era in cui hai fatto sgorgare per mezzo della tua Medaglia, quel torrente di grazie e di prodigi che ha inondato la terra.

Fa’, o Madre, che quest’ora, che ci ricorda la dolce commozione del tuo cuore, che ci ha dato un’altra prova del tuo amore, sia anche la nostra ora: l’ora della nostra conversione e l’ora della piena accoglienza dei nostri voti da parte tua.

Fa’ che possiamo sperimentare la stessa gioia di Ratisbonne, che ti ha visto viva, grande, maestosa, bellissima, misericordiosa. Fa’ che noi possiamo fissare oggi le tue mani e vedere in esse l’espressione del perdono e della misericordia, e portare con noi a casa la certezza che questa misericordia ci esaudirà per tutte quelle grazie che siamo venuti a chiederti. Abbi pietà di noi ed esaudiscici.

Te lo domandiamo per la tua Immacolata Concezione e per l’amore che ti spinse a darci la tua preziosa Medaglia.

O Consolatrice degli afflitti, o Rifugio dei peccatori, o Aiuto dei cristiani, o Madre della conversione, vieni in nostro aiuto.

Fa’ che la tua Medaglia sparga su di noi e su tutti i nostri cari i tuoi raggi benefici, guarisca i nostri ammalati, conceda pace alle nostre famiglie, dia a tutti forza per testimoniare la fede. Essa ci scampi da ogni pericolo e porti conforto a chi soffre, consolazione a chi piange, luce e forza a tutti. Concedici infine, o Maria, che dopo averti amata, invocata e servita sulla terra, possiamo lodarti in eterno, godendo con te la felicità eterna del Paradiso. Amen.

Tu, che portando alla fede con la tua Medaglia Alfonso Ratisbonne ti sei rivelata come Madre della conversione, ricordati di tutti coloro che non hanno fede o vivono lontani dalla grazia.

Concedi, infine, o Maria, che dopo averti amata, invocata e servita sulla terra, possiamo lodarti in eterno godendo con te la felicità eterna del Paradiso. Amen.

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. SE NON ACCETTI I COOKIE POTRESTI NON VEDERE TUTTI I CONTENUTI DEL SITO. Più informazioni

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Leggi la Privacy Policy e la Cookie Policy

Chiudi