IL 27 DEL MESE: GIORNATA MARIANA MENSILE

In preparazione alla festa della Medaglia Miracolosa che si celebra ogni anno il 27 novembre, la nostra comunità si ritrova raccolta in preghiera ai piedi della Vergine ogni 27 di mese.

Questo appuntamento, molto partecipato, ha inizio con il suono delle campane a festa; segue la preghiera del Rosario della Conversione (la tradizionale Ora di Guardia, che si svolge recitando tutti i Misteri del Rosario, sgranando le 200 Ave Maria), la Supplica della Medaglia e la S. Messa.

Nota bene:

– Se il 27 del mese cade in un giorno feriale (da lunedì a sabato), la preghiera del Rosario della Conversione ha inizio alle ore 16 (ottobre – giugno), alle ore 17 (luglio, agosto, settembre);

– Se invece, cade di Domenica, la preghiera ha inizio alle ore 15.30 (ottobre – giugno), alle ore 17 (luglio, agosto, settembre).

Supplica alla Madonna della Medaglia Miracolosa

O Vergine Immacolata, eccoci qui prostrati davanti a Te, celebrando il ricordo della consegna della tua Medaglia, come segno del tuo amore e della tua misericordia. Noi sappiamo che sempre e dovunque sei disposta ad esaudire le preghiere di noi tuoi figli; ma vi sono giorni ed ore in cui ti compiaci di spargere più abbondantemente i tesori delle tue grazie.

Ebbene, noi veniamo a Te, ripieni di immensa gratitudine ed illimitata fiducia per ringraziarti del gran dono che ci hai fatto, dandoci la tua immagine, affinché fosse per noi attestato d’affetto e pegno di protezione. Noi ti promettiamo che, secondo il tuo desiderio, la santa Medaglia sarà il segno della tua presenza accanto a noi; sarà come un libro su cui impareremo a conoscere, seguendo il tuo consiglio, quanto ci ami e quanto noi dobbiamo fare, affinché si compia in noi la salvezza che Gesù ci ha portato.

Sì, il tuo cuore trafitto, rappresentato sulla Medaglia, poggerà simbolicamente sul nostro e lo farà palpitare all’unisono col tuo; lo accenderà d’amore per Gesù e lo fortificherà per essergli fedele in tutto, ogni giorno di più.

Questa è l’ora tua, o Maria, l’ora della bontà inesauribile, della tua misericordia trionfante; l’ora in cui facesti sgorgare per mezzo della tua Medaglia, quel torrente di grazie e di prodigi che inondò terra.

Fa’, o Madre, che quest’ora, che ci ricorda la dolce commozione del tuo cuore, nel consegnarci il segno del tuo amore, sia anche la nostra ora: l’ora della nostra sincera conversione e l’ora del pieno esaudimento dei nostri voti da parte tua.

Tu hai promesso che grandi sarebbero state le grazie per chi le avesse domandate con fiducia; volgi benigna, allora, il tuo sguardo sulle nostre suppliche. Noi forse non meritiamo le tue grazie: ma a chi ricorreremo, o Maria, se non a Te, che sei la Madre nostra, nelle cui mani Dio ha posto tutte le sue grazie?

Abbi dunque pietà di noi ed esaudiscici.

Te lo domandiamo per la tua Immacolata Concezione e per l’amore che ti spinse a darci la tua preziosa Medaglia.

O Consolatrice degli afflitti, o Rifugio dei peccatori, o Aiuto dei cristiani, o Madre delle conversione, vieni in nostro aiuto.

Fa’ che la tua Medaglia sparga su di noi e su tutti i nostri cari i tuoi raggi benefici, guarisca i nostri ammalati, conceda pace alle nostre famiglie, dia a tutti forza per testimoniare la fede. Essa ci scampi da ogni pericolo e porti conforto a chi soffre, consolazione a chi piange, luce e forza a tutti.

In modo particolare, o Maria, ti chiediamo in questo momento la conversione dei peccatori, soprattutto di coloro che sono a noi più cari.

Tu, che portando alla fede con la tua Medaglia Alfonso Ratisbonne ti sei rivelata come Madre della conversione, ricordati di tutti coloro che non hanno fede o vivono lontano dalla grazia.

Concedi, infine, o Maria, che dopo averti amata, invocata e servita sulla terra, possiamo lodarti in eterno godendo con te la felicità eterna del Paradiso. Amen.

Salve Regina.

O Maria concepita senza peccato, prega per noi che ricorriamo a Te.

Memorare

MEMORARE

Ricordati, o piissima Vergine Maria,

che non si è mai inteso al mondo

che qualcuno sia ricorso alla tua protezione,

 abbia implorato il tuo aiuto,

chiesto il tuo patrocinio

 e sia stato da te abbandonato.

Animato da tale confidenza,

a te ricorro, o Madre,

Vergine delle vergini,

a te vengo, e, peccatore come sono,

 mi prostro ai tuoi piedi a domandare pietà.

Non volere, o Madre del divin Verbo,

disprezzare le mie preghiere,

 ma benigna ascoltale ed esaudiscile. Amen.

(San Bernardo di Chiaravalle)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
SE NON ACCETTI I COOKIE POTRESTI NON VEDERE TUTTI I CONTENUTI DEL SITO
Più informazioni

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Leggi la Privacy Policy e la Cookie Policy

Chiudi