Preghiere

Supplica alla Madonna della Medaglia Miracolosa

O Vergine Immacolata, eccoci qui prostrati davanti a Te, celebrando il ricordo della consegna della tua Medaglia, come segno del tuo amore e della tua misericordia. Noi sappiamo che sempre e dovunque sei disposta ad esaudire le preghiere di noi tuoi figli; ma vi sono giorni ed ore in cui ti compiaci di spargere più abbondantemente i tesori delle tue grazie.

Ebbene, noi veniamo a Te, ripieni di immensa gratitudine ed illimitata fiducia per ringraziarti del gran dono che ci hai fatto, dandoci la tua immagine, affinché fosse per noi attestato d’affetto e pegno di protezione. Noi ti promettiamo che, secondo il tuo desiderio, la Santa Medaglia sarà il segno della tua presenza accanto a noi; sarà come un libro su cui impareremo a conoscere, seguendo il tuo consiglio, quanto ci ami e quanto noi dobbiamo fare, affinché si compia in noi la salvezza che Gesù ci ha portato.

Sì, il tuo cuore trafitto, rappresentato sulla Medaglia, poggerà simbolicamente sul nostro e lo farà palpitare all’unisono col tuo; lo accenderà d’amore per Gesù e lo fortificherà per esserGli fedele in tutto, ogni giorno di più.

Questa è l’ora tua, o Maria, l’ora della tua bontà inesauribile, della tua misericordia trionfante; l’ora in cui facesti sgorgare per mezzo della tua Medaglia, quel torrente di grazie e di prodigi che inondò la terra.

Fa’, o Madre, che quest’ora, che ci ricorda la dolce commozione del tuo cuore, nel consegnarci il segno del tuo amore, sia anche la nostra ora: l’ora della nostra sincera conversione e l’ora del pieno esaudimento dei nostri voti da parte tua.

Tu hai promesso che grandi sarebbero state le grazie per chi le avesse domandate con fiducia; volgi benigna, allora, il tuo sguardo sulle nostre suppliche. Noi forse non meritiamo le tue grazie: ma a chi ricorreremo, o Maria, se non a Te, che sei la Madre nostra, nelle cui mani Dio ha posto tutte le sue grazie?

Abbi dunque pietà di noi ed esaudiscici.

Te lo domandiamo per la tua Immacolata Concezione e per l’amore che ti spinse a darci la tua preziosa Medaglia.

O Consolatrice degli afflitti, o Rifugio dei peccatori, o Aiuto dei cristiani, o Madre della conversione, vieni in nostro aiuto.

Fa’ che la tua Medaglia sparga su di noi e su tutti i nostri cari i tuoi raggi benefici, guarisca i nostri ammalati, conceda pace alle nostre famiglie, dia a tutti forza per testimoniare la fede. Essa ci scampi da ogni pericolo e porti conforto a chi soffre, consolazione a chi piange, luce e forza a tutti.

In modo particolare, o Maria, ti chiediamo in questo momento la conversione dei peccatori, soprattutto di coloro che sono a noi più cari.

Tu, che portando alla fede con la tua Medaglia Alfonso Ratisbonne ti sei rivelata come Madre della conversione, ricordati di tutti coloro che non hanno fede o vivono lontani dalla grazia.

Concedi, infine, o Maria, che dopo averti amata, invocata e servita sulla terra, possiamo lodarti in eterno godendo con te la felicità eterna del Paradiso. Amen.

Salve Regina.

Novena alla Madonna

La novena è un’attività di devozione cristiana che consiste principalmente nel recitare preghiere (come il Rosario) ripetute per nove giorni consecutivi.

Il suo nome proviene dal latino medievale novenus (nono). È destinata alla preparazione a una ricorrenza solenne, come il Natale o la Pentecoste, o anche solo per richiedere particolari grazie.

La pratica trae ispirazione dagli Atti degli Apostoli (1,14), dove viene descritto come la Madonna e gli Apostoli pregarono in modo assiduo e concorde nei nove giorni compresi tra l’Ascensione di Gesù Cristo e la discesa in terra dello Spirito Santo durante la Pentecoste.

La novena alla Madonna Immacolata inizia il 29 novembre e si conclude il 7 dicembre, giorno della vigilia della solennità dell’Immacolata Concezione.

Coroncina alla Madonna

  1. per ottenerci la misericordia di Dio e impetrarci le sue grazie. Noi ricorriamo a Te in questo particolare momento, in cui abbiamo bisogno della tua materna intercessione presso Dio. Confortaci in questo momento difficile e concedici la grazia che ti domandiamo. Ave Maria.

O Maria, concepita senza peccato,
prega per noi che ricorriamo a Te.

  1. O Vergine Immacolata, Tu ci hai voluto donare la tua Medaglia perché essa, ricordandoci la tua materna intercessione presso Dio, fosse come difesa della nostra anima, medicina nostri corpi e conforto in tutte le nostre necessità materiali e spirituali. Noi oggi la stringiamo riconoscenti al nostro cuore e ti chiediamo di esaudire la nostra preghiera. Ave Maria.

O Maria, concepita senza peccato,
prega per noi che ricorriamo a Te.

  1. O Vergine Immacolata, Tu hai promesso che grandi sarebbero state le grazie per i devoti della tua Medaglia, che ti avessero invocata con la giaculatoria da Te insegnataci. Ora noi, fiduciosi nella tua parola, ricorriamo a Te e Ti chiediamo per la tua Immacolata Concezione la grazia della quale abbiamo bisogno. Ave Maria.

O Maria, concepita senza peccato,
prega per noi che ricorriamo a Te.

Preghiere per implorare la guarigione di un infermo

 I – O Vergine Immacolata Maria, eletta fra tutte le donne, e concepita senza colpa originale, genuflessi ai vostri piedi, vi veneriamo con tutta l’umiltà del nostro spirito, e vi preghiamo di voler mirare da cotesto vostro trono di gloria, le nostre miserie, le nostre spirituali e temporali infermità.

Volgete, o Madre di grazie e del santo amore, i vostri occhi pietosi sopra noi miserabili creature, e del vostro Figlio, che nulla vi nega, otteneteci il perdono dei nostri peccati, onde possiamo meritare il vostro patrocinio, così a nostro vantaggio, come dell’infermo, il quale ai nostri unisce i suoi più fervidi voti, per impetrar da voi, che siete la salute degli infermi, la perduta sanità.

Deh! o Madre pietosa, esaudite le preghiere che ai piedi di questo sacro Altare vi porgiamo per l’infermo vostro devoto, e fate che egli riceva e sperimenti i benefici influssi delle vostre grazie. Amen.

Tre Ave Maria.

II – O Vergine Immacolata Maria, eletta fra tutte le donne e concepita senza colpa originale, in voi specialmente, dopo Gesù Cristo, troviamo rimedio ai nostri mali e conforto alle nostre debolezze, perché siete così benefica verso i vostri devoti, che sollecita li soccorrete nei loro bisogno in ogni tempo ed ogni circostanza.

Voi come madre amorosa prestate consolazione agli afflitti, forza ai tribolati, sollievo ai miseri, salute agli infermi, sicché nessuno è stato mai al mondo, che avendo ricorso a voi, non sia stato esaudito.

Deh! o Maria, pregate per noi che vi supplichiamo con viva fede e ferma speranza per un vostro devoto infermo, il quale con le lacrime agli occhi e col cuore pieno di fiducia e speranza, in atto supplichevole, a voi ricorre.

Sì, o cara Madre, egli nutre nel cuore ferma speranza di essere consolato, perché voi siete troppo amorosa verso i vostri devoti per ascoltarli, e troppo potente per ottener loro qualunque grazia presso il Trono del vostro Divin Figlio Gesù.

O Vergine Immacolata, proteggete adunque questo infermo, consolate le sue brame, e fate sì che egli possa venire innanzi a questa vostra miracolosa Immagine per ringraziarvi del beneficio ricevuto. Amen.

Tre Ave Maria.   

III – O Vergine Immacolata Maria, eletta fra tutte le donne e concepita senza colpa originale, come già per l’ebreo Alfonso Ratisbonne, un vivido e risplendente raggio di celeste luce discenda oggi su di noi e rischiari la nostra mente ottenebrata da mille peccati. Deh, o cara Madre, pregate per noi che con fede e umiltà vi supplichiamo, rinnovate in questo giorno i consueti e frequentissimi esempi del vostro amor materno e della vostra bontà. Aggiungete a tanti altri prodigi anche questo, fateci sperimentare che, dopo Gesù Cristo, voi siete la più potente nostra avvocata; accogliete le nostre preghiere con quella tenerezza ed affetto tutto proprio del vostro benignissimo cuore, e rivolgendo i vostri pietosi sguardi sopra l’infermo che vi raccomandiamo, liberatelo da quello stato di angustie nelle quali si trova, onde possa cantare le divine misericordie, e vivendo,  vostra mercè, più lungamente e santamente in terra, venga un dì degnamente a godervi ringraziarvi nel Paradiso. Amen.

Tre Ave Maria.

TRIDUO per ottenere aiuti e grazie particolari

I – O Vergine Santissima del Miracolo, Madre e Regina di misericordia, prostrati dinanzi alla vostra Immagine, noi ci affidiamo totalmente alla vostra amorosa e potente tutela. Deh! voi conservate viva e pura in noi quella luce che il vostro Figliuolo divino fece risplendere sopra la terra; quella luce che è la sorgente della vita morale, la luce della fede! voi che vi degnaste miracolosamente apparire, per illuminare con questa luce di fede lo spirito dell’ebreo Ratisbonne, rinnovate questo prodigio a pro di tanti infelici nostri fratelli che vivono nella miscredenza o nell’indifferentismo.

Illuminaci, o Maria, coi vostri splendori, che ci rendano credibili i giudizi divini e ci facciano vivere costantemente da figli della luce.

Tre Ave Maria.

 II – O santa Madre di Dio, le vostre mani benedette, che versarono tanta copia di grazie nell’animo del fortunato giudeo, sono pure il tramite prezioso per il quale si diffonde su di noi la grazia, che ridesta nei nostri cuori inariditi dalla colpa, la speranza d’immortali destini. A Voi dunque noi ricorriamo in tutti i bisogni: da Voi ci attendiamo l’aiuto necessario a sorreggere le nostre debolezze, per non più ritornare nelle vie della perdizione. Per l’intercessione vostra, o Madre divina, si muto il cuore indurito del Ratisbonne: voi ammollite anche il nostro, e fate che non abbia altri palpiti, che per la virtù, altre aspirazioni che per il cielo!

Tre Ave Maria.

III – O Madre di amore e Regina amabilissima, foste voi che otteneste i raggi della grazia alla mente del Ratisbonne, ed accendeste nel suo cuore, infangato nel lezzo della colpa, la fiamma di quell’amore celeste, che tanto lo elevò e lo nobilitò: voi pure vogliate purificare ed infiammare di amore celeste i nostri cuori. Sì, o Maria, l’amore vostro e del vostro Unigenito splenda sempre nei nostri costumi, suoni nelle nostre labbra, e ci renda degni del vostro sguardo e del vostro sorriso materno. Questo amore, o Benedetta, ci affratelli tutti in Gesù Cristo, unifichi le nostre menti e i nostri cuori, ci renda tutti fecondamente operosi per l’eterna salvezza: quest’amore c’introduca a godere con voi nel paradiso di Dio. Amen.

Tre Ave Maria.

Preghiera di S. Bernardo alla Madonna

Ricordatevi, o pietosissima Vergine Maria, che non si è inteso mai al mondo, che alcuno ricorrendo alla vostra protezione, implorando il vostro aiuto  e chiedendo il vostro patrocinio sia restato abbandonato. Animato da una tale confidenza a voi ricorro, o Madre, Vergine delle Vergini, a voi vengo, e con le lacrime agli occhi, reo di mille peccati, mi prostro ai vostri piedi a domandar pietà. Non vogliate, o Madre del Verbo, disprezzare le mie voci, ma benigna ascoltatemi ed esauditemi. Amen.

Tre Ave Maria.


Basilica Parrocchiale Sant'Andrea delle Fratte
Santuario Madonna del Miracolo

Via di Sant’Andrea delle Fratte 1 – 00187 Roma
06 6793191 - info@madonnadelmiracolo.it
www.madonnadelmiracolo.it

© 2021 All rights reserved.